dom 05 apr | Online

Meditazione Globale con Vimal Babula

https://zoom.us/j/3277196019 - PASSWORD 256231
La registrazione è stata chiusa
Meditazione Globale con Vimal Babula

Orario & Sede

05 apr 2020, 04:30 – 5:30
Online

L'evento

Cari amici, Domani la posizione dei pianeti presenta un portale che ci offre l’opportunità di liberare e risanare il nostro mondo. Siamo quindi invitati a partecipare ad una meditazione globale che ci aiuti a raggiungere la massa critica di luce necessaria all’evoluzione di questo pianeta e dei suoi abitanti.

Ti aspettiamo il 5 aprile alle 4.45 del mattino ora italiana, per unirci ai meditatori di tutto il mondo. Saremo online dalle 4.30 diffondendo musica che possa aiutarti a connetterti con noi, di modo da essere pronti da partire con la meditazione alle 4.45.

La meditazione verrà guidata da Vimal Babula che si apre a ricevere le informazioni della coscienza, facilitando il gruppo a sintonizzarsi con frequenze di pace e amore per la guarigione di tutti gli esseri viventi e dell’intero pianeta. Il suo essere vuoto rende vivo, attuale e fresco questo importante passaggio.

L’EVENTO È GRATUITO CLICCA QUI 👉🏻 https://zoom.us/j/3277196019 ID Meeting 3277196019 PASSWORD 256231

Per INFO: 3331748022 Anjee

Con questa meditazione ci uniamo alla chiamata mondiale “Ascension Timeline Meditation” www.globalpeacemeditation.com così da creare un unico movimento globale.

Condividi questo evento con chi pensi possa gradirlo, aiutiamoci a raggiungere la Massa Critica. Grazie ♥️ ________

Qui di seguito la visione di questo momento astrale di Mita Marina Bacchetti:

-ASTROMITA-

Gira nei media in questi giorni l’annuncio di una meditazione globale. Siccome ho notato che le informazioni che danno sulle posizioni dei pianeti non sono corrette, vorrei qui di seguito rettificarle e dare anche qualche mia interpretazione.

La correttezza dei riferimenti astrologici per me è importante perché anche le parole hanno una frequenza e chiamare le cose col nome sbagliato genera un campo energetico di confusione.

Il portale di cui si sente parlare in questi giorni del 4/5 aprile si riferisce alla congiunzione di Plutone e Giove a 24 gradi del segno del Capricorno, che in Italia avviene il 5 alle ore 4:45. L’energia della congiunzione dura parecchie ore, per cui suggerisco che gli italiani potrebbero farla anche la sera del 4 o la mattina del 5 al risveglio.

In contemporanea c’è anche la congiunzione di Marte e Saturno ai primi gradi dell’Acquario (questi due pianeti si congiungono ogni due anni e mezzo circa), importante ma meno predominante in questa fase, dell’incontro tra Giove e Plutone che quest’anno si congiungeranno 3 volte: 5 aprile, 29 giugno, 12 novembre.

Siamo chiamati a una meditazione globale per liberare e risanare il nostro mondo.

Giove e Plutone si congiungono ogni 13 anni circa e anche se sprigionano una forza potentissima non sempre sono spettatori di una pandemia (nel 1771 congiunti in Capricorno al picco della Peste Russa e nel 1918 congiunti in Cancro durante la pandemia dell’Influenza Spagnola).

Ma non sono i pianeti a creare le situazioni sulla terra, le loro influenze creano delle atmosfere, delle potenzialità, ma siamo noi esseri umani che traduciamo e reagiamo, con saggezza o inconsapevolezza, a tali situazioni. Per esemplificare: se sono un bravo contadino devo conoscere le stagioni e il clima e sapere che devo essere il più possibile pronto a ogni evenienza, anche alla grandine. Ci sono eventi che non possiamo controllare ma se facciamo una vita equilibrata, in tutti i sensi, attraiamo l’equilibrio anche esterno. Ed è ovvio ora più che mai che una vita equilibrata, in armonia con Madre Natura, è necessaria per la nostra sopravvivenza.

Ci crediamo dei giganti ma siamo delle formiche e la Natura ce lo sta facendo vedere. E non è che la Natura abbia una sua volontà, semplicemente segue le sue leggi.

Il contatto tra Giove e Plutone è un grande momento, può essere grande bello o grande brutto o probabilmente un po’ di tutti e due, ma sicuramente impressionante.

Il dio del cielo si incontra col dio degli inferi. Plutone trasforma e Giove amplifica. Plutone fa emergere il nascosto, scavando nelle profondità e Giove potenzia. Nella migliore delle ipotesi, che è quella che voglio alimentare, la scoperta degli errori commessi per mancanza di integrità e brama di controllo può portare a una nuova saggezza e a una spinta positiva verso una nuova concezione del mondo.

Non dimentichiamoci che dall’inizio dell’anno viviamo nell’influenza (davvero!) di uno stellium di pianeti forti in Capricorno, e che il Signore del Capricorno Saturno da più di due anni transita nel suo segno, e che Plutone è entrato in Capricorno nel 2008. E’ da allora che sta lavorando per trasformare le strutture che organizzano la nostra società. E chi detiene il potere accetta di essere riciclato? Fanno finta di farlo ma si presentano sotto altre spoglie...

Quest’anno 2020, da tempo era stato previsto come un anno di grandi cambiamenti. Sarà come andare sulle montagne russe. Siamo pronti a dei cambiamenti che facciano radicare il passaggio all’Era dell’Acquario in modo intelligente, lungimirante, rispettoso dell’essere umano e delle sue aggregazioni?

Per il momento siamo confinati, regno di Saturno, e che cosa vuole Saturno? Pensate alla carta dei tarocchi che raffigura l’Eremita, oppure a Diogene con la sua lanterna. Sono figure che indicano la via verso la luce interiore. Il silenzio e la solitudine sono la situazione ideale per meditare, per entrare in contatto con la nostra Vera Natura. Il nostro Essere che nella frenesia dell’attività esterna continuiamo ad evitare. Solo in quell’Essere risiede la vera pace.

Giove è anche il pianeta delle opportunità, cerchiamo di usare la sua energia in modo saggio, capricornino. Usiamo questa situazione per rallentare la corsa della mente. Quando la mente rallenta diamo spazio alla nostra intuizione, al nostro sapere intuitivo più profondo. Questa nostra qualità ci offre le risposte giuste, momento per momento, ma è una qualità che necessita grazia e centratura per manifestarsi. La sua voce è gentile e nel frastuono della mente non riusciamo a sentirla. Non voglio negare il dolore di chi sta male e soffre nel suo isolamento. Abbiamo creato una brutta società che tratta male i deboli e gli anziani. A questo non possiamo porre rimedio adesso ma lo possiamo fare nel prossimo futuro.

Il Capricorno è il segno della responsabilità. Può essere la responsabilità gravosa o la respons-abilità. La capacità di rispondere alle situazioni che si presentano. Questo secondo tipo di responsabilità nasce dalla consapevolezza che siamo nati integri e abbiamo un’innata capacità di attingere alle nostre risorse interiori. Nell’isolamento in cui ci troviamo abbiamo l’opportunità di guardarci dentro e sfidare i ‘mostri’ che ci dicono che non siamo abbastanza...che non abbiamo quello che ci serve. Giove mette in evidenza che è una balla! Una balla che ci rende dipendenti e controllabili.

Stiamo vivendo un momento carico anche di potenzialità positive. Guardate le Natura quanto è veloce nel risanarsi quando cessano le deleterie attività umane. Come faremo a dimenticarlo? Forse nella reclusione riusciremo ad apprezzare la delicatezza delle foglie che spuntano a primavera e la bellezza dei fiori che sbocciano. Sono vivi anche loro! E forse riusciremo a ricordarci che il verde delle foglie non è solo un colore ma è ciò che ci dà l’ossigeno per respirare. E le nuvole trasportano la pioggia tanto necessaria per la vita della natura e forse ci accorgeremo che se quell’acqua è pulita sono puliti i fiumi e i laghi e i terreni che ci danno gli alimenti per vivere, a noi e agli animali.

Plutone è anche il Signore della Morte, la morte come trasformazione dell’energia. La morte che è l’unica cosa di cui siamo certi quando nasciamo, è parte della vita e deve avere la stessa dignità. In una collettività sana lo stesso amore che circonda il momento della nascita deve anche circondare il momento della morte. E’ un mistero da onorare col massimo rispetto.

Giove può dare alla Morte l’onore del significato. Ogni morte, come culmine della vita, si merita un Alleluja dal regno dei cieli. La conclusione del passaggio di ogni essere umano su questo pianeta è un evento sacro e in tale modo va trattato.

Questa congiunzione planetaria è una sfida per ognuno di noi. Cosa scelgo di fare in queste circostanze che mi sono state imposte? Riesco a fare la magia di sfruttare il momento per il mio bene e quello degli altri? Ma non vi sto suggerendo di fare i bravi bambini. Abbiamo tutto il tempo per incontrare dentro di noi tutte le emozioni e i pensieri che ci attraversano. Come dice il poeta Rumi accogliamoli come degli ospiti che vanno e vengono.

Tutte le religioni usano il ‘ritiro spirituale’ per purificarsi e rimettersi in sintonia con la propria anima. Avremo tanto da fare quando la reclusione finirà, usiamo questo tempo per innamorarci di noi stessi.

La registrazione è stata chiusa

Condividi questo evento